giovedì 31 marzo 2011

"Gentile Ezio Mauro, il tuo giornale ha scritto una serie di cazzate infondate".


Sabina Guzzanti è incazzata nera con il Diretùr:
gentile direttore ezio mauro,
il tuo giornale on line dopo aver scritto una serie di cazzate infondate insieme al cartaceo su una delle tante truffe che colpiscono i consumatori, ha pensato bene di insistere sul mio caso ancora dopo 4 giorni.  l'incazzatura continua qui

Piccole note di MUDD.

UN EURO SPESO BENE
Segnalo a tutti, feticisti e no, che l'Amaca di oggi e le prime 4 righe del pezzo di Merlo in prima pagina, già da voi candidato al PPR+, valgono da sole il prezzo del giornale.

MASSIMO IL CITAZIONISTA
Se il republicones Massimo Lugli, "decano dei cronisti romani di nera" come qualche giorno fa lo ha definito Mannoni a LineaNotte, fosse un libro s'intitolerebbe "Il citazionista", come una di quelle boiate thriller-noir che si portano adesso. Nel (bel) pezzo di oggi sull'Olgiata bissa la microcitazione di ieri , in cui cita Le Carrè, con un corposo complimento alla "pm Francesca Loy, bionda, bella e tosta come un personaggio di Patricia Cornwell". 

MUDD

Lampedoosa Golf Club.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Se Berlusconi mantenesse le promesse fatte ai lampedusani, avremmo un'isola fortemente detassata, col gasolio a basso prezzo, campi da golf (ergo posti di lavoro), casinò (ergo posti di lavoro), turisti a frotte (ergo posti di lavoro).

Insomma, tutto ciò che serve a far arrivare sull'isola barconi di immigrati in cerca di una vita migliore!

Fabio V.

(la vignetta arriva da www.ilpost.it)

Jena di giornata.

Indovina chi non viene a cena.

Vista oggi nella pagina delle lettere di Repubblica.

Titolisti allo sbaraglio.

Se c'è uno che non ha colpe è proprio Fini.

Si accettano scommesse.

Su quale giornale fosse.
Unico indizio: il giornale è stato lanciato da un esponente del PDL.

Cetto Berlusconi, Lampedusianamente vostro.

STREPITOSO pezzo di Francesco Merlo oggi in prima pagina, con alcune annotazioni da scrittore raffinato. Da candidare subito alla nomination mensile PPR+.

Espressamente narcisi.

Bell'articolo sull'Espresso, a firma di Carola Frediani, sulle nuove tecnologie legate al mondo dell'informazione.
All'interno del pezzo c'è questa tabellina che a noi piace tantissimo.

Un grandissimo Bonsai.

Titolisti allo sbaraglio.

Dal sito della Busiarda.

Riecco Berlusconi? E quando se ne sarebbe andato?

La prima di oggi del Giornaledifamiglia.
Il copyright del titolo è di Luca Bottura.

Vittorio Zucconi in gran spolvero.

L’immagine di Berlusconi che smanetta in solitudine come un ragazzino che cerchi il porno di nascosto, curvo al suo tavolinetto di lavoro sul computerino (Apple? Window? Unix? Lettix? Verdinow?) cercando con le parole chiave “Lampedusa+case+vendita” su Gògol (ipse dixit) e trova la villetta da due milioni di Euro da comperare sull’unghia, in contanti, il mattino dopo, raggiunge, per chi è tanto fesso da credere a una balla dopo l’altra, livelli di puro surrealismo e da psicoanalisi. Hanno ragione coloro che dicono che ci mancherà. Un comico così non lo troveremo mai più. Speriamo.

Dal blog di Vittorio Zucconi su Repubblica.it

La miglior prima pagina di oggi.

Titolisti allo sbaraglio.

Visto sul sito Affari Italiani, da un assist di Disma.

Repubblica, la guerra e l'opposizione "distratta".

Abbiamo scovato su Affari Italiani un interessante punto di vista sul nostro amato giornale:
Ora basta. La misura è colma. Anche la cosiddetta stampa di opposizione deve essere caduta nell’incantesimo.
Infatti, invece di incalzare i politici, si rivolge a noi lettori e ci propone uno scoop: “Sveglia ragazzi, B. sta approfittando della tragica guerra con la Libia per fare i suoi comodi”.
Sostiene, per esempio Ezio Mauro, che questo succede grazie alla distrazione che un evento così drammatico crea nell’opinione pubblica e nell’opposizione.
Questo non riconosce la reale natura di Berlusconi, non serve a costruire una opposizione credibile, e alla fine offende anche noi cittadini... Renato Palma
Prosegue qui.

Piccoli Diretùr crescono: il mensile "E" di Gianni Mura.

Ecco un assaggio del primo numero di E-Il Mensile la nuova rivista di Emergency diretta dal nostro amato Gianni Mura e che sarà in tutte le edicole il 6 aprile.

E se vi è venuta l'acquolina in bocca, abbonatevi. E, soprattutto, visitate e animate PazzoPerE il blog dei lettori di E.



Piccoli Diretùr crescono: il nuovo GQ di Gabriele Romagnoli.


“Nessuno racconta come GQ”: è questo il nuovo claim del mensile firmato Condé Nast che, con il numero in edicola dal 1° aprile, si presenta ai lettori con una formula completamente rinnovata sotto la direzione di Gabriele Romagnoli

La chiave del racconto – che coniuga lo stile con l’ironia e l’informazione con il divertimento -  è quella scelta dalla testata per affrontare le diverse tematiche trattate: dall’attualità alla politica, dallo sport alle arti, insieme a economia, cucina e moda. Il nuovo GQ intende quindi raccontare il presente in tutte le sue forme, per esprimere al meglio lo spirito del nostro tempo... (Gloria Soresi per begiornalista.it) 

Prosegue qui.

Tutti alla mostra di Fulvia sabato sera. Ma anche domenica, giovedì o martedì.

Su R2 di ieri, bel pezzo di Armando Besio sulla mostra “Tutti da Fulvia” , dal 5 aprile al 7 maggio alla galleria Nuages di Milano, con 58 tavole originali di Tullio Pericoli "sceneggiate" da Emanuele Pirella.
ps: ma voi lo sapevate che Tutti da Fulvia sabato sera, esordì sulle pagine del Nemico? Lo racconta Besio.

Ciao, Franco.

Da Repubblica di oggi.

Fango amico.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Ciao Pazzo, dal sito web del Giornaledifamiglia scopriamo l'enorme "arrabbiatura" di Sabina Guzzanti verso Repubblica e il Diretur:

Gulp! Peppe.

mercoledì 30 marzo 2011

Ruby Wednesday.

Rieccola lì, a pagina 17 di Repubblica, la foto di Karima El Mahroug che tanto piace ai grafici di Largo Fochetti.

(Arretrati di) Vita di redazione (86). Se l'intro del Diretùr in Reunio diventa editoriale.

LA RIUNIONE - Martedì 29 marzo (durata 12:44)
Berlusconi nel titolo: no

Stefania Di Lellis è in maniche corte rosse (al 3:10, di spalle, si porta i capelli dietro l'orecchio con grande allure)!


All'1:50 Dario Cresto-Dina dà una sbirciatina al desk di Max Giannini, che dall'8:40 legge gustosamente Il Foglio.



Al 9:40 zoom tarantiniano (camera in movimento a mezza altezza) sulla scrivania di Luzi in versione interviste telefoniche.




SPECIALE DIRETUR
Più brutto di "costituzionalizzare, scudare e contingentare" c'è solo "cortocircuitare": 4 parole prese dall'incazzatissimo intro direttoriale (indovinate contro chi?) che, per la prima volta, viene isolato e richiamato il giorno dopo in home page.

MUDD

Le note di MUDD.

Su Repubblica di oggi:

- Per il terzo giorno consecutivo il fenomeno-blogger è in prima pagina (pezzo di Van Buren sulla rivolta siriana)

- Repubblica scritto due volte su due senza articolo dalla Spinelli (p. 33)

- Amaca di Serra da candidare - in zona Cesarini, lo so - al PPR+ di marzo (p. 32)

- Inusuale refuso del solitamente attento Caporale ("Italo Bocchini", p. 18), in parte perdonato per la vicinanza dei tasti "i" e "o"

- AA (nel senso di Arbasino) verso lo Strega (p. 59), alla faccia dei detrattori!

- AA (nel senso di Aquaro) citato a sorpresa dal grande Ceccarelli (rubrica in vetrina di R2, p. 35), alla faccia dei detrattori/2!

- Validissimo il doppio fogliettone: il pezzo di Randacio (per un giorno distante dalla Zoccoleide) sulla cittadella abusiva ma "depenalizzata" a Milano (p. 25) e la bella intervista di Bultrini a San Suu Kyi (p. 35/7, copertina di R2): non ho visto Nemico e Busiarda, ma se è un'esclusiva immagino l'incazzatura, per loro solitamente ben più attenti agli Esteri della Nostra Amata Bibbia ...

MUDD

Largo Fochetti vs Via Solferino.

Repubblica, sabato:
L’era Masi è al tramonto. Martedì prossimo, con un anno di anticipo sulla scadenza, il direttore generale della Rai lascerà l’ufficio al settimo piano di viale Mazzini e spegnerà la luce dietro di sé.
Corriere della Sera, oggi:
Intanto, oggi niente consiglio straordinario Rai, regolare riunione dopodomani, giovedì. Con il direttore generale Mauro Masi al suo posto e nessuna lettera di dimissioni sul tavolo del Cda.
(da Wittgenstein)

Jena di giornata.

Come i posti di lavoro, le tasse, la spazzatura a Napoli e le case agli aquilani.

Superlativa Concita.

Caro Pazzo,
vedo solo ora la superlativa prima pagina de "l'Unità" che credo possa ricevere la nomination come migliore dell'anno, se non del decennio.
Frank57

Mini diventa maxi.

Evidentemente gli elogi di Gianni Mura al Taccuino Strategico di Fabio Mini sono serviti. Oggi infatti l'ex  comandante Nato in Kosovo s'è accaparrato tutta una paginata sulla Libia.

Piuttosto che niente è meglio piuttosto.

Anche se Nessuno mi può giudicare è primo al Box Office, a Repubblica continuano a non recensirlo.
Però oggi è il protagonista di un pezzo a pagina 62 (coda di paglia?).

E come direbbe Bossi: "Piutost che nient, l'è mej piutost".

Antica Hostaria Repubblica: mercoledì specialità Spinelli (alla profuga).

Oggi Barbara ha cucinato un piatto sul dramma dei profughi di Lampedusa.
Qui la ricetta completa.

Il mistero della numerazione del predellino.

Non che sia importante, ma:

"Predellino bis" (Rep. di ieri, titolo in prima pagina);

"Per la terza volta in quattro anni il premier in piazza risale sul podio improvvisato (...)" (sempre su Rep. di ieri, occhiello a pagina 15 nel pezzo di Ceccarelli).

Mettersi d'accordo no?
Occam

Per evitare figuracce, il Giornaledifamiglia preferisce scriverlo in italiano. A differenza di altri.

Anche alla luce di ciò che è successo ieri.



Giù le mani dal Diretùr. E da AA.

Capito, Raccapriccio?

A questo punto Bossi direbbe: "Fuori dalle balle i titolisti che non conoscono il lombardo".

Interpellato sui profughi di Lampedusa, il Senatùr urla: "Föeura di ball" (si dovrebbe scrivere così, stando al sito Padania.org).

Ma i primi ad andare in panico non sono i profughi, sono i titolisti dei siti internet. Guardate qui che macello:


La miglior prima pagina di oggi.
Ex aequo sinistrorso.


(Arretrati di) Vita di redazione (85). Luzi e Cuzzocrea disturbano in classe. Sarà colpa della collana di Annalisa?

LA RIUNIONE - Lunedì 28 marzo (durata 16:35)
Berlusconi nel titolo: sì

Bella la collana di Annalisa Cuzzocrea (visibile più volte nel primo minuto; da notare anche il taglio di capelli di Dario Cresto-Dina che inizia la reunio leggendo Il Foglio),



Annalisa si fa sorprendere al min. 2:27 nel tipico vezzo del tocca-capelli.
Al 3:27 Mastrojack (è lui?) legge i giornali dietro la solita colonna,


mentre anche dietro lo schermo del computer alla destra del Diretùr si cela una riunionista.


Al 4:27 sorriso del Dir., è merito di Berlusconi.


Al 7:14 Luzi fa il mollicone con la Cuzzocrea. Parlano e disturbano in classe fino al 7:37: "Annalì, parlamo un pochetto che poi ce mettono sur blogghe".  Domani dovranno portare al Diretùr la nota firmata dai genitori o da chi ne fa le veci.


Ultimi minuti con interviste telefoniche a raffica, meno male che non c'è Bar Sport come ogni maledetto lunedì (merito della pausa in campionato).

ps: ci sono due new entry(?). Vecchio Lupo, chi sono?



MUDD

Vi ricordate quando Berlusconi diceva: "Non fate pubblicità su Repubblica."?

Il primo a non ascoltarlo però è il suo amico Vittorio Feltri che, dopo aver sparato a zero su Largo Fochetti, troneggia sulle pagine del dorso milanese di Repubblica.

E io pago (un po' meno).

A differenza di Lubiana, a Kiev per la Nazionale sono andati solo Bocca e Currò.
A meno che Gamba non li abbia raggiunti in un secondo tempo.