giovedì 20 settembre 2018

Ciao Inge e altri scarabocchi.

Ciao Inge,
che la terra ti sia lieve. RIP.


----

Due errori arretrati scovati da quelli di Errore di Repubblica (i nipotini di PPR):

Repubblica del 7 settembre a pagina 22. Articolo firmato da Marco Patucchi sulla vicenda Ilva.
Ma Barbagallo è della Uil. Non della Cisl.


E sul Venerdì in allegato lo stesso giorno a pagina 146, nell'editoriale di Enrico Deaglio.

Viktor Orban è il primo ministro magiaro.
Non il presidente della Repubblica.


----

Proseguiamo con una serie di errori della concorrenza.

Errore gravissimo (segnalato da Errore di Repubblica) sulla Gazzetta dello Sport del 18 settembre.

Intervista a Ilaria D'Amico sulla Champions League 2018-2019.
Tra i favoriti: il Chelsea di mister Sarri.
Che però non gioca la Champions, ma l'Europa League.


 ----

Fabio P. ci segnala un errore sul Corriere di qualche giorno fa: l'attore di Fonzie parlava di stare al tavolo da gioco, di chips nel senso delle fiches e di spazzare il tavolo perché aveva vinto.

Hanno tradotto chips come patatine e il resto è andato di conseguenza.


----

Quando la fretta per un antic(i)po che si avvicina gioca un brutto scherzo al redattore. Dal Corriere dello Sport di qualche giorno fa. 



Un lettore calabrese del Foglio ci manda questa foto e questo commento: «No, dare pure questa colpa ai calabresi no, grazie. Le origini della famiglie di Fedez sono lucane».


Entrambe le segnalazioni sono di  Refus


----

Infine, ci scrive l'amico Loris Cantarelli segnalandoci questo:

Andate a vedere sulla pagina Facebook di Fabio Sironi le prime infografiche sul Corriere addì 1996.

Eccole, con il commento dello stesso Fabio Sironi:

Riscoperte d' archivio: paleoinfografica.
A mia conoscenza le prime infografiche mai pubblicate sul Corriere della Sera (4 marzo 1996).
Mi furono commissionate da Ferruccio De Bortoli, al tempo responsabile dell'Economia. Eseguite a quattro mani con Bianca De Carli.


lunedì 17 settembre 2018

Varie ed eventuali: Bartez risponde, la confusione di Nostra Signora dello Sport e altre amenità.

Il 25 agosto scorso, il lettore Vito Alberto Lippolis ci aveva mandato questa breve richiesta:

Buongiorno, mi rivolgo a voi per sapere se qualcuno ricorda/sa come ritrovare un pezzo di Bartezzaghi di qualche tempo fa in cui si sbertucciava l'uso nonchalant di termini come "iconico". Grazie in anticipo.

Abbiamo direttamente interpellato Bartez, il quale ci ha risposto così:

Quel pezzo in effetti non si riesce a recuperare dall'archivio. Ti riesco solo a dire che era una rubrica per RClub ed è uscita sabato 7 aprile (data abbastanza iconica, direi).
SB

----

L'amico Sergio T. da Genova ci manda questo cortocircuito tra locandine genovesi.


----

Sempre Sergio T. ci segnala una Emanuela Audisio in leggero stato confusionale sulle cifre relative al nuovo record mondiale della maratona. Purtroppo succede anche ai migliori.


----

Qualcosina dal numero di sabato scorso:

Il velenoso comunicato del CDR di Repubblica. Qui un approfondimento.



Chapeau. A. Ilvo. Diamanti. Per. Il. Premio. Ricevuto.



Il clamoroso refuso in un sommarietto di mezzo giornale. Forse intendevano scrivere Con questa serie di titoli.



----

Ma per "tentare un autogol" bisogna essere collusi? E' quello che ci chiede enricobbbb su Twitter a proposito di un'azione di Juventus-Sassuolo nel commento live di ieri su Repubblica.it.


venerdì 14 settembre 2018

Ancora qualcosina, ma non prendeteci gusto.

A un mese dl crollo del Ponte Morandi di Genova, ecco le copertine degli speciali di Repubblica (8 pagg.) e Stampa (3 pagg.). Nessuno speciale, invece, dal Corrierone.



----

A proposito di un trafiletto pubblicato in questo post, riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Ciao Pazzo,
il trafiletto su Repubblica e il caso Di Maio è tratto dal Fatto Quotidiano, alias Nuovo Nemico: un giornale cugino come La Stampa non avrebbe fatto quell'attacco, sinceramente esagerato, vedi anche Guglielmo Pepe poco sopra.

MUDD

----

A proposito di questo post, riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Ciao Pazzo,

Gabriele Di Donfrancesco è apparso sporadicamente nelle pagine culturali - vado a memoria - ma più spesso nelle mini-recensioni di libri su Robinson.

Occam

----

Scarabocchi dal cartaceo di oggi:

Osservatorio Necrologi. Rip.


----

E a proposito di Guido Ceronetti, il coccodrillo è stato affidato ad Anna Bandettini, con un contributo di Valerio Magrelli.

----

Cose che resteranno/1.


----

Cose che resteranno/2.


----

A pagina 20 c'è un pezzo di Valeria Strambi sul possibile Palio Straordinario che si dovrebbe tenere a Siena il 20 ottobre prossimo. A un certo punto, la Strambi scrive che a lanciare l'idea è stata Assoarma. Ma noi abbiamo recuperato un documento che spiega che è stato il Comune di Siena a sollecitare l'Assoarma per formalizzare la richiesta.



----

Chiudiamo invitando a tenere giù le mani da Salvo Palazzolo.

giovedì 13 settembre 2018

Scarabocchi di mezzo settembre: tanta roba che merita.

6 SETTEMBRE

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Ciao Pazzo,
ma è una mia impressione aver letto già il titolo Di Maio in peggio nella rubrica di Luca Bottura?

Occam

Ciao Occam, anche a noi sembra di averlo già visto.
FS



----

In una didascalia di pagina 21 a corredo del pezzo di Ettore Livini sull'apertura di Starbucks a Milano, due bei refusi in due righe.



----

Un errore (tira l'altro) segnalato(i) su Twitter.


----

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Ciao Pazzo,

ti segnalo questa cosa dal sito di Rep: ma che cazzo è il fuoco di fiamma?

Fabio P.


----

Sempre su Twitter, una segnalazione di Vincenzo A. Pistorio.


----

9 SETTEMBRE 

Gianni Mura, nei suoi Cattivi Pensieri, rende pubblica la sua mail. Quante risposte riceverà?


Noi gli abbiamo scritto:

Ciao Gianni, per la tua richiesta di canzoni brutte di De Gregori, ti segnalo Dr. Dobermann, Carne di pappagallo e Bambini venite parvulos. Tutte e tre, non a caso, tratte dall'album Miramare 19.4.89, secondo me il suo peggior prodotto.
Ciao.
----

L'attento MUDD ci segnala due bei refusi da Repubblica di venerdì 7.



----

Leggendo Dagospia scopriamo che il Corriere cancella Mario Calabresi dalla pubblicità dell'evento di Ernst&Young a Capri, dove sparisce il nome del direttore di Repubblica, che invece risulta tra i relatori nella paginata stampata sul quotidiano di Largo Fochetti. I nomi vengono mischiati ma resta un ''buco''. Che sarà successo? Ah, saperlo. (Foto dal profilo twitter di Luca Sofri)


----

Un orgoglioso Vittorio Feltri su Twitter.

----

11 SETTEMBRE

Qualche scarabocchietto dal cartaceo del giorno.

Un bel titolo per un commento del Dipo, al secolo Antonio Dipollina.



Abbracciamo fortissimo Cristiana e Rolando Aloisio.



E una piccola nota dal cartaceo di ieri, 12 settembre. Un bel passaggio del pezzullo di Luigi Bolognini sui bar di Milano in cui non si può utilizzare il cellulare.


----

Infine, segnaliamo su Twitter, un Guglielmo Pepe che ci tira le orecchie.


A margine di ciò pubblichiamo questo trafiletto apparso, crediamo, su La Stampa.

Update: il trafiletto è tratto dal Fatto Quotidiano, alias Nuovo Nemico: un giornale cugino come La Stampa non avrebbe fatto quell'attacco, sinceramente esagerato, vedi anche Guglielmo Pepe poco sopra.

MUDD


----

E domani non dimenticatevi che c'è lo SpecialOne sul Ponte Morandi, a un mese dal crollo.

lunedì 10 settembre 2018

Scarabocchi di inizio settembre: errori vari, Cattivi Pensieri, rifondati e non rifusi, e lo scoop della Palombelli.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Ciao Pazzo,
Gianni Mura chiude così i suoi Cattivi Pensieri del 2 settembre.


Caro Gianni, i rapper esistevano anche trent'anni fa. Il problema è un altro, e cioè che Fedez non è un rapper.

Occam

----

Da Repubblica del 3 settembre, un errore che sa tanto di rifondazione repubblicana in un'intervista di Michela Bompani a Beppe Costa, Presidente di Costa Edutainment. In italiano "rifondati" sarebbe "rifusi". Ma tant'è.
Resta da capire se l'errore sta nella trascrizione dell'intervista o se Costa ha effettivamente detto "rifondati". In tal caso c'è il concorso di colpa di Bompani per non aver corretto l'errore.


----

3 settembre: SCOOP!!! Barbara Palombelli torna su Repubblica.


----

Osservatorio figurine: Piero Ignazi, ospite a Lineanotte del 4 settembre.


----

Su Repubblica del 5 settembre, nel pezzo di Carlo Moretti che ricorda i vent'anni della morte di Lucio Battisti, si parte subito con un grave errore: Battisti è morto nel 1998, non nel 1996. Altrimenti sarebbero 22 anni.



E sempre lo stesso giorno, c'è da capire se quello di Gabriele Di Donfrancesco è un esordio o no?

mercoledì 29 agosto 2018

Blog a scartamento ridotto.

Ristacchiamo ancora per un po'.

Che qui, davvero, non si vede una lira. Neanche un viaggetto a New York.

Ciao. Ci rivediamo a settembre inoltrato.


lunedì 27 agosto 2018

Scarabocchi di fine agosto: errori vari, Asia Argento, Ponte Morandi e Feste dell'Unità di una volta.

Innanzitutto una richiesta da parte di un lettore. Aiutiamolo, se possibile. Io ho già scritto a Bartez (FS).

Buongiorno, mi rivolgo a voi per sapere se qualcuno ricorda/sa come ritrovare un pezzo di Bartezzaghi di qualche tempo fa in cui si sbertucciava l'uso nonchalant di termini come "iconico". Grazie in anticipo.

V.A. Lippolis

----
La settimana scorsa su Repubblica il necrologio di Palmiro Togliatti. L'autrice è la figlia.



----

Una simpatica foto apparsa sull'ultimo numero del 7 del Corriere con protagonista la nostra.



----

22 agosto: Licia Corbolante, su Twitter, ci segnala questa cosa relativa a questo pezzo di Federico Rampini.


----

Quelli di Errore di Repubblica, i nipotini di PPR, ci segnalano questo scivolone di Largo Fochetti.

23 agosto, Pagina 2: Giovanni Maria Flick è stato ministro con Prodi dal 1996 al 1998.
Perché scrivono 2008?



25 agosto, Pagina 2: Stefano Fassina viene definito "ex deputato".
Non è vero. È attualmente un membro della Camera dei Deputati.


----

L'attento Saverio Lombardo, su Facebook, ci segnala questo dal sito Dagospia:

DUE PESI, DUE IPOCRISIE - ORA CHE NEL CASO DI ASIA ARGENTO E JIMMY BENNET LA MOLESTATRICE È UNA DONNA “REPUBBLICA” SI FA VENIRE UN SACCO DI DUBBI - ELENA STANCANELLI: “E SE STESSIMO PARLANDO DI UNO SCAMBIO?” - PERCHÉ QUESTA FILOSOFICA DOMANDA A LARGO FOCHETTI NON SE LA SONO POSTA QUANDO NEL MIRINO C'ERA IL "PORCELLONE" WEINSTEIN E AD ACCUSARLO C'ERA ASIA ARGENTO?

----

Riceviamo e volentieri pubblichiamo/1:

Buongiorno Pazzo,

su Repubblica del 22 agosto scorso, nell'articolo di Marco Preve sul crollo del Ponte Morandi, il riquadro 5 dell'infografica dice qualcosa di non preciso. 




A tal proposito vi allego un estratto della Rivista della Società Autostrade (Fintecna IRI) di luglio-settembre 1994 in cui a pag 57 e 58 è scritto qualcosa di diverso e l'articolo è firmato anche dallo stesso Ing. Agostino Marioni.








Se di vostro interesse posso inviarvi tutto l'articolo ed anche il seguente molto in tema: Previsione del degrado dell'impianto.

Cordiali saluti
Sergio Tosi


----

L'acuto Occam ci segnala quei titoli tutti uguali. Da Rep. di ieri.


----

Riceviamo e volentieri pubblichiamo/2:

Caro Pazzo, rieccoci.

Che ne dici di promuovere una commissione paritetica che, quando necessario, sia in grado di far andare d’amore e d’accordo le redazioni di Repubblica e del Corriere?

Infatti, se, per la versione cartacea odierna (23 agosto Nd.F.S.) del nostro giornale preferito, erano settant’anni che a Pisa non si saltava una festa dell’Unità, per il Corriere on line gli anni sono appena cinquanta.

Resta il fatto che da ex studente pisano che ancor oggi ama e frequenta quella città e quella regione, piange il cuore nel vedere come uno degli avamposti della mitica “Toscana rossa” si sia ridotto. 

Calaber