giovedì 23 maggio 2019

La decima prima pagina della Nuova Repubblica - Chi vota Lega? No di certo Ezio Mauro e Gabriele Romagnoli.

Ecco la decima prima pagina della Nuova Repubblica.

Titolone su due righe.

No equivoco claim (vedi qui).

Fotonotizia su chi vota Lega.

Il sommario torna a destra.

Editoriale dell'EMerito (copyright Bartez) Ezio Mauro.

Interessante articolo ricco di idee di Gabriele Romagnoli di spalla.
La manchette di destra è ancora di Eurospin.

La manchette di sinistra, invece, ci ricorda che oggi il menu propone: Repubblica + inserto Scienze a 1,5 euro.

PPR invece è gratis. Come sempre da 12 anni a questa parte.



mercoledì 22 maggio 2019

Scarabocchietti di giornata: le coincidenze Gazza-Rep, i doppi inviati e il Fiorello polemico.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Caro Pazzo,

io non sono un grafico ma non ti pare che se fai un titolone grosso grosso sulle pensioni e accanto, grande quanto il titolo, ci metti la foto di Niki Lauda l'effetto è strano?

Che c'entra Lauda con le pensioni?

FB 



----

E, a proposito di Niki Lauda, segnaliamo questa curiosa coincidenza tra i titoli di Repubblica e Gazzetta. Entrambi in prima pagina.


----

C'era proprio bisogno di mandare due inviati a Mirandola (MO) per il caso del palazzo dei vigili dato alle fiamme?



----

Su twitter raccogliamo lo sfogo del lettore Maurizio Agazzi sul caso di Debora.



----

Ci segnalano un Fiorello piuttosto polemico con Repubblica.


FeticisMini del nono numero della Nuova Repubblica: niente di nuovo per la Scarabottoleide e la vignetta senza parole di Bucchi.

Ecco la nona prima pagina della Nuova Repubblica, già sviscerata qui.


----

Osservatorio Occhielli Creativi.

----

Scarabottoleide: oggi nessun cambiamento.

La firma dell'autore è in basso a destra e all'interno della cornice.


----

Come da noi pronosticato, il coccodrillo di Niki Lauda lo firma Nostra Signora dello Sport Emanuela Audisio. 

Un pezzo che vale, da solo, il prezzo del giornale di oggi.

ps azzeccati anche i contributi di Paolo Rossi e Marco Mensurati.


 ----

Oggi la vignetta di Massimo Bucchi è senza parole.

In tutti i sensi.


----

Udite udite: Emiliano Morreale stronca C'era una volta a Hollywood, il nuovo film di Quentin Tarantino presentato oggi al Festival di Cannes.

Ma anche Natalia Aspesi non è uscita contenta dalla proiezione.

La nona prima pagina della Nuova Repubblica - Lauda e Tarantino protagonisti.

Ecco la nona prima pagina della Nuova Repubblica.

Torna il titolone su tre righe e anche oggi evitato l'equivoco del claim (vedi qui).

Tanto spazio alla fotonotizia dedicata alla morte di Niki Lauda.

Il sommario torna al centro e nel fogliettone largo a Quentin Tarantino che ieri a Cannes ha presentato il suo nuovo film (deludente) C'era una volta a... Hollywood. Un film che Gianni Mura non andrà a vedere per via dei puntini di sospensione nel titolo.

La manchette di destra è anche oggi di Eurospin.

La manchette di sinistra, invece, ci ricorda che oggi il menu propone: Repubblica + inserto Album a 1,5 euro.

PPR invece è gratis. Come sempre da 12 anni a questa parte.


martedì 21 maggio 2019

Scarabocchi del giorno: un'importante rettifica, la prima pagina perfetta e il Baudelaire pixelato.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo/1 (in merito all'errore segnalato ieri qui):

Buongiorno Enrico,

volevo cortesemente chiederti di correggere la nota al (presunto) errore relativo alla didascalia della ex atleta Zali Steggall.

La didascalia è forse incompleta ma corretta: la Steggall è a Sydney nel 2004 in quanto tedoforo e sta portando la torcia olimpica nel suo viaggio verso la nuova destinazione, Atene, per le Olimpiadi edizione 2004. Su Repubblica si parla appunto di torcia olimpica non di olimpiadi.

Un caro saluto e buon lavoro, Corrado

----

Emanuela Audisio? Paolo Rossi? Marco Mensurati? Alessandra Retico?

Chi firmerà domani il coccodrillo del grande Niki Lauda? Rip.

----

Riceviamo e volentieri pubblichiamo/2:

Caro Pazzo,

per me quella di oggi è finora la miglior prima pagina del nuovo "corso grafico" di Verdelli.


Perfetto il titolone, sempre efficace, grande, ma che finalmente resta in una dimensione meno "sguaiata", così come trovo più armonica la disposizione delle altre notizie e delle foto: insomma, oggi è più Repubblica e meno Manifesto o Libero.

Sinceramente, certi pugni nell'occhio dei primi titoli mi stavano stancando, snaturavano troppo la storia di questo giornale, anche perché alcuni, francamente, non giustificavano i due terzi di spazio, come l'inchiesta sull' "ossessione" Salvini che sta più tempo ai comizi che in ufficio: ci stava, per carità (a parte che nell'ultima campagna elettorale le stesse cose le scrivevano i giornali di destra + il Fatto, su Renzi e i suoi ministri), ma titoli del genere teniamoli buoni per qualcosa di più "serio". Parere personale, ovvio.

alebigigher
 
----

Riceviamo e volentieri pubblichiamo/3: (in merito all'Epic Fail di sabato scorso):

Ciao Pazzo,

a me è invece saltata la pagina 46, sostituita dalla pagina 38 della Stampa, con "Lo specchio dei tempi".

Conserverò gelosamente il giornale!

Cordiali saluti Bruno R.

----

E sempre sullo stesso incidente, il lettore Sacha Dalcol (su Facebook, ci segnala che qualche settimana fa era accaduta una vicenda analoga in Australia con il Daily Telegraph.


----

Feticismo Extramoenia:

segnaliamo l'imminente messa online del nuovo sito del Sole24Ore.

----

Il lettore Franco Colombo, su Twitter, ci segnala che l'illustrazione di Charles Baudelaire del redivivo Tullio Pericoli, pubblicata su Repubblica di ieri è sfocatissima e molto sgranata.
(Colombo ci invia anche due foto).

Evidentemente i grafici di turno hanno caricato nel programma d'impaginazione un'immagine a bassa risoluzione che, in fase di stampa, risulta pixelata.


Feticismi dell'ottavo numero della Nuova Repubblica: ellekappa alle prese con Salvini alle prese col rosario. Che al mercato mio padre comprò.

Ecco l'ottava prima pagina della Nuova Repubblica, già sviscerata qui.


----

Osservatorio Occhielli Creativi


----

ellekappa alle prese con Salvini alle prese col rosario. Che al mercato mio padre comprò.


----

Il reportage di Giampaolo Cadalanu da Khartoum vale, da solo, il prezzo del giornale di oggi.


----

Osservatorio Necrologi Curiosi.

RIP.


----

AutoMarkette che ci piacciono: i vinili di Francesco Guccini (il vostro FS lo adora) in edicola con Repubblica.


----

Prosegue la Scarabottoleide: oggi la firma è più piccola e si sposta nuovamente a destra. 

Una saga infinita.


----

In Cultura, da leggere assolutamente il coccodrillo di Nanni Balestrini firmato da Paolo Mauri.

RIP.


----

Presto, correte in edicola (siete ancora in tempo): c'è la seconda Carezza di Francesco Merlo, oggi assestata con forza al sociologo Francesco Alberoni, che si candida alle europee per Fratelli d'Italia.


----

Osservatorio Narcisismi/1: 

al NeoDiretùr Carlo Verdelli, il premio Ischia come giornalista dell'anno.


----

Osservatorio Narcisismi/2: 

a Federico Rampini il Premio Hemingway.


----

Feticismo curioso: oggi nella recensione di Emiliano Morreale manca il voto con le stellette.

Scelta o dimenticanza?

----

Spassosissimo oggi lo Spassaparola di Gianni Mura.

L'ottava prima pagina della Nuova Repubblica - Oggi niente equivoco claim.

Ecco l'ottava prima pagina della Nuova Repubblica.

Il titolone si sposta a sinistra, forse per evitare l'equivoco del claim (vedi ieri).

Bella la fotonotizia e bello anche il reportage di Giampaolo Cadalanu da Khartoum, Sudan.

Il sommario torna a destra, e nel fogliettone segnaliamo l'esordio (nella NV) del responsabile di repubblica.it Alessio Balbi.

La manchette di destra è anche oggi di Eurospin.

La manchette di sinistra, invece, ci ricorda che oggi il menu propone: Repubblica + inserto Salute a 1,5 euro.

PPR invece è gratis. Come sempre da 12 anni a questa parte.

Buona lettura.


lunedì 20 maggio 2019

Scarabocchi e feticismi sparsi: toh, un'infografica firmata e la nuova puntata della Scarabottoleide.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questi due commenti arrivati in merito all'esordio di Mariarosa Mancuso sull'ultimo Robinson:

Povera Mariarosa.
Adesso sarà costretta a dire un gran bene di Nanni, per non parlare poi dell'espressività della sua diva Margherita, la regina dei caratteristi.
D'altronde il Foglio ormai è ridotto a banalità, tanto vale passare all'originale.

Roberto Maria Regazzoni

----

Sono rimasto molto sorpreso di trovare l'acuta e brillante Mariarosa Mancuso su Robinson.
Inizia una nuova collaborazione restando anche a il Foglio?

Gabriele

----

Qualche feticismo sparso

Segnaliamo la nuova denominazione dell'agenzia pubblicitaria che segue la comunicazione per Repubblica: a Y&R (che sta per Young&Rubicam) si è aggiunto da qualche giorno VML.


----

Il valzer degli allegati ha fatto sparire RFood, un settore secondo noi importante e che attualmente è sottodimensionato in due paginette del Weekend.

----

Scarabottoleide: ieri, domenica, la firma dell'illustratore era situata all'interno del box.

----

Osservatorio Errori

Grave errore su Repubblica di ieri, 19 maggio, a pag. 13 nella didascalia: le Olimpiadi di Sydney si svolsero nel 2000, non nel 2004, anno in cui si svolsero ad Atene.

(ringraziamo Giuseppe Scano per la segnalazione)

UPDATE: in merito a questa segnalazione, ci è arrivato un messaggio che volentieri pubblichiamo:

Buongiorno Enrico,

volevo cortesemente chiederti di correggere la nota al (presunto) errore relativo alla didascalia della ex atleta Zali Steggall.

La didascalia è forse incompleta ma corretta: la Steggall è a Sydney nel 2004 in quanto tedoforo e sta portando la torcia olimpica nel suo viaggio verso la nuova destinazione, Atene, per le Olimpiadi edizione 2004. Su Repubblica si parla appunto di torcia olimpica non di olimpiadi.

Un caro saluto e buon lavoro, Corrado



----

Sempre su Repubblica di ieri segnaliamo l'esordio dei Cattivi Pensieri di Gianni Mura con la nuova grafica.




----

Nel primo numero dell'inserto Weekend, segnaliamo un'infografica di Matteo Riva firmata.

Merce rara, di questi tempi.

ps: la mitica Paula Simonetti, sull'inserto Salute, continua da sempre a pretendere la firma.



----

Sempre nello stesso Weekend, segnaliamo le rubriche di Laura Di Cosimo (DiVino), di Marco Belpoliti (Minima), di Gabriele Romagnoli (Bagaglio a mano) e di Stefano Bartezzaghi, alias Bartez (Dimmi un po').

----

Chiudiamo con una magagna del nuovo sito di Repubblica scovata su Twitter da Matteo Gavagnin e rilanciata dal Disinformatico di Paolo Attivissimo.


FeticisMini del settimo numero della Nuova Repubblica: l'equivoco del nuovo claim del giornale.

Ecco la settima prima pagina della Nuova Repubblica, già sviscerata qui.


----

Nella prima spicca il favoloso Altan

Esordio con la nuova grafica e, curiosamente, di lunedì.


----

Sotto la testata spicca il nuovo claim di Repubblica.

Ops, è l'occhiello del titolone.

Ma messo lì crea l'equivoco.


----

Osservatorio Occhielli Creativi


----

In Cultura, il racconto di Pietro Citati sull'amico che tradì Baudelaire vale, da solo, il prezzo del giornale di oggi.


----

E anche oggi, spazio al redivivo Tullio Pericoli.


----

Oggi le prime pagelle del nuovo interista Franco Vanni, per Napoli-Inter.

Voto: 6,5.



----

Resta il mistero del perché a Napoli erano in due (Azzi cronaca e Vanni pagelle) e a Torino (per Juventus-Atalanta) ha dovuto smazzarsi tutto da solo Emanuele Gamba. 

Entrambe le partite si sono giocate alle 20.30.