venerdì 25 febbraio 2011

Repubblica e Stampa arrivano a Tripoli.
E il Nemico, dov'è? (rettifica, c'è anche Fabrizio Caccia del Corriere).

Sorpresa tra gli inviati republicones in Libia: chi si aspettava l'ingresso trionfale di Pietro del Re a Tripoli è rimasto deluso. A Tripoli è arrivato Vincenzo Nigro. Del Re è rimasto a Bengasi, mentre Cadalanu è sempre border line a Ras Jedir. Anche La Stampa ha il suo inviato a Tripoli, è Guido Ruotolo, mentre Giordano Stabile è a Tobruk e Domenico Quirico è a Ras Jedir. Clamoroso invece al Corrierone: fino a ieri (salvo smentite) a Tripoli non c'è nessun inviato. Lorenzo Cremonesi è ancora a Bengasi, mentre Giuseppe Sarcina è sempre a Ras Jedir.
ps: anche oggi i tre quotidiani scrivono a loro modo il nome della località al confine tra Tunisia e Libia.
ps2: phoedrus ci segnala che a Tripoli adesso c'è anche l'inviato del Corriere della Sera Fabrizio Caccia.

(rettifica, c'è anche Fabrizio Caccia del Corriere, con il quale ci scusiamo)


2 commenti:

phoedrus ha detto...

Per il Corriere a Tripoli c'è Fabrizio Caccia

esaù ha detto...

Attenzione FS: Nigro è arrivato a Tripoli con lo stesso aereo di Caccia e Ruotolo e, come racconta soprattutto Ruotolo nel suo pezzo di oggi, hanno fronteggiato insieme, uniti come Morandi e C. a Sanremo, il posto di blocco dove Caccia è stato malmenato.