domenica 2 ottobre 2016

L'endorsement del Fundadòr per Matteo Renzi

Con un commento su Twitter di Luca Melo.


8 commenti:

Michele Reccanello ha detto...

Ciao pazzo,
Non solo il nostro è un buongustaio di piatti a base di crostacei, ma è anche un perfetto ginnasta: Dopo venti anni passati a combattere a suon di editoriali Berlusconi e i suoi sodali puntando il dito per megalomania, un uomo solo al comando, scarso rispetto per istituzioni, regole democratiche... ecco che le piroette di Jury Chechi sono una giacchettata rispetto alle capriole che il fundador riesce a compiere.

Che pena! MR.

Simona ha detto...

Ciao Pazzo,
Secondo me non è un endorsement a Renzi, piuttosto una critica a Zagrebelsky. Io, che resto in ogni caso ferma sul mio voto e cioè NO, sono rimasta piuttosto delusa dal costituzionalista e sorpresa, ma neanche tanto, da Renzi. Inoltre mi chiedo in quanti abbiano colto l'essenza del dibattito che è stato piuttosto "alto", anche nell'uso dei termini considerando che spopola uno come Salvini . Io per esempio, che non sono una intellettuale ma neanche una ignorante totale, non ho capito perchè una elezione non si "vince", nè perchè un governo di 5 anni sia troppo lungo (ma sono le nostre regole parlamentari). In ogni caso bisogna prendere atto che almeno per una volta ci si è concentrati sul merito e non sull'azione del governo. Infine, per quanto i NO sembrano essere in vantaggio io non sono così ottimista, considerando l'avversione che gli italiani hanno per i referendum; salvo poi blaterare di democrazia. Ma io sono fiorentina e quindi diffidente per natura, spero di sbagliarmi. Ciao.


ps: non c'entra nulla, ma Giannini si è ri-licenziato da Repubblica?

Giorgio Vioni ha detto...

Forse Zagrebelsky si è un po' incartato e qualche contraddizione se l'è lasciata sfuggire (la questione del rapporto tra democrazia e governabilità)e su qualche punto non è stato ben chiaro (la legislatura dovrebbe durare cinque anni e non pare sia una spazio temporale enorme per un governo che sappia ben operare ...) ma Renzi è apparso - a mio parere - come al solito supponente e arrogante (incapace di accettare le critiche); tuttavia il punto è che rispetto alle osservazioni di Smargiassi e Serra, apparse su Repubblica sabato e domenica, l'editoriale di Scalfari suonava come una chiara dichiarazione a favore di Renzi, infarcita di riferimenti storico-politici quantomeno discutibili. Sono rimasto francamente deluso da questo endorsement per Renzi, che sembra voler indicare la linea di un giornale che mi pare stia perdendo smalto e mordente (e non parliamo del connubio domenicale con L'Espresso, pallida ombra del tempo che fu...)

MUDD ha detto...

eppure io ricordo – credo fosse l'estate 2012 – che il Fundador e Zgrblsk litigarono di brutto. FS, riesci a trovare il link?

Enrico Maria Porro ha detto...

Ci provo.

Simona ha detto...

http://www.repubblica.it/politica/2012/08/19/news/perch_attaccano_il_capo_dello_stato-41159408/

MUDD ha detto...

eccolo! grazie Simona

Simona ha detto...

Di niente MUDD :)