mercoledì 14 dicembre 2016

Ciao Maria Pia, che la terra ti sia lieve

Nella notte è morta Maria Pia Fusco, una vita a Repubblica, tra passione e impegno per il cinema.

Che la terra le sia lieve.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Purtroppo invece "Wondy" non ce l'ha fatta: http://www.corriere.it/cronache/16_dicembre_12/wondy-grazie-la-gioia-vivere-che-ci-trasmettevi-ogni-mattina-d1b6f826-c04b-11e6-84a3-703e0bacaa0c.shtml

51andreina ha detto...

Ricordo quando è entrata a "Gli Spettacoli"...eravamo ancora tutti a videimillenumerouno..L' aveva portata Anna Maria Mori, sua grande amica; Orazio Gavioli (il Grande Capo) uscì dal box e la presentò alla redazione: "Ecco la nostra nuova collega Maria Pia, attenti, che è timida...". Maria Pia è stata una giornalista dello Spettacolo a tutto campo. Conosceva tutti ed era amata da tutti. Ironica, seduttiva, malinconica. Aveva lavorato per oltre dieci anni con Rodolfo Sonego (lo sceneggiatore di tutti i film di Alberto Sordi), era stata alla Rai inaugurando 3131 con Moccagatta, e aveva firmato come sceneggiatrice altri programmi radiofonici. Era stata speaker RAI per le Olimpiadi del '60. Viveva alla Camilluccia con la figlia (almeno fino a quando l'ho frequentata, cioè fino a 16 anni fa..), ma ora leggo che era felice nonna di due nipotini. Ciao Maria Pia, ragazza della scrivania accanto! con amore, andreina de tomassi