sabato 11 marzo 2017

Cosa c'è oggi su Repubblica: il caso del ristoratore di Lodi arriva solo a sfoglio iniziato.

Lo sfoglio apre con cinque paginate di Cacciucco Politico. Non c'è ristoratore di Lodi che tenga.

Le prime tre sono per il discorso (discorso) di Renzi al Lingotto. A Torino, ad ascoltarlo, c'erano Francesco Merlo, cronaca strepitosa la sua, Paolo Griseri e Goffredo De Marchis.

Anche se il pezzo di apertura lo firma Monica Rubino, che però stava a Roma.

Piero Colaprico, al secolo il Kola, è andato ai funerali di Fabiano Antoniani, al secolo Dj Fabo.

Il caso del giorno, l'uccisione di un ladro da parte di un ristoratore lodigiano, arriva solo a pagina 13. Però gli inviati a Gugnano sono due: Simone Bianchin e Massimo Pisa.

Delusi i pipierrini che si aspettavano la cronaca del nordista Paolo Berizzi.


Ecco puntualissime come una bolletta le due pagine con La giornata nel mondo e La giornata in Italia.

Nuovo reportage da Seul del neo pechinese Angelo Aquaro.


Quinta tappa del Tour de France delle Presidenziali: oggi la parigina Anais Ginori inviata a Strasburgo.

Brera e Tonacci sono ancora ad Ancona per il crollo del cavalcavia di Castelfidardo.

Sandro De Riccardis è andato alla Malpensa dove c'è stato l'incontro tra Alice Rossini e sua figlia Houda Emma.

Federico Rampini è a San Francisco. Ritorno di fiamma.

Franco Vanni si smazza i guai del Sole24Ore.


Francesco Mimmo è ancora a New York, e oggi si occupa di Citizen Kane.

In quattro (di cui tre allo Stadium) per la partita dei veleni tra Juventus e Milan

Mura commenta da Milano, Gamba, rientrato al volo da Lione, fa la cronaca, Currò fa le pagelle e Crosetti raccoglie le lamentele a fine partita.

Il coccodrillino del grande John Surtees lo fa Stefano Zaino.

Da non perdere l'intervista di Nostra Signora dello Sport Emanuela Audisio a Karim Abdul Jabbar.

Ci ritroviamo lunedì con la versione ridotta della rubrica.

Nessun commento: